Pirelli Tyre

  • Vendite nette dell’esercizio 2010:  euro 4.772,0 milioni,  in crescita del 19,5%
  • Crescita del risultato operativo a euro 453,1 milioni con ROS al 9,5%
  • Investimenti in immobilizzazioni materiali euro 402 milioni, in significativa crescita

Nella tabella sottostante si riporta una sintesi dei principali risultati consolidati per l’esercizio 2010, raffrontati con il corrispondente periodo del 2009.

(in milioni di euro)    
  31/12/2010 31/12/2009
Vendite 4.772,0 3.992,9
Margine operativo lordo ante oneri di ristrutturazione 684,3 538,0
% su vendite 14,3% 13,5%
Risultato operativo ante oneri di ristrutturazione 476,3 345,5
% su vendite 10,0% 8,7%
Oneri di ristrutturazione (23,2) (37,0)
Risultato operativo 453,1 308,5
% su vendite 9,5% 7,7%
Risultato da partecipazioni 0,3 4,2
Oneri/proventi finanziari (66,4) (76,1)
Oneri fiscali (134,4) (90,0)
Risultato netto 252,6 146,6
% su vendite 5,3% 3,7%
   
Posizione finanziaria netta (attiva)/passiva 1.109,9 1.027,3
Net cash flow operativo 168 395
Investimenti in beni materiali 402 217
Spese di ricerca e sviluppo 146 133
% su vendite 3,1% 3,3%
Dipendenti n. (a fine periodo) 28.865 27.481
Siti industriali n. 19 20

Le vendite nette dell’esercizio 2010 si sono attestate a euro 4.772,0 milioni in crescita del 19,5% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Complessivamente si è registrata una crescita delle vendite in entrambi i segmenti di attività, con la parte Consumer cresciuta del 16,7% e la parte Industrial cresciuta del 26,3%.

La variazione su base omogenea, escludendo l’effetto della variazione dei cambi, è risultata pari a un incremento del 16,2%.

La crescita è stata guidata da un apporto positivo di tutte le componenti, con la variante legata al volume cresciuta del 7,3% e la variante prezzo/mix cresciuta dell’8,9%. I cambi hanno inciso positivamente per il 3,3%.

Le vendite del quarto trimestre 2010 hanno confermato l’andamento positivo verso lo stesso periodo dell’esercizio precedente, già manifestato nei diversi trimestri dell’anno, con una variazione complessivamente positiva del 17,3% (+14,7% in termini omogenei). Anche in questo trimestre, come nel precedente, ha pesato più significativamente la componente prezzo/mix, con una variazione positiva del 11,3%, mentre la variante volume ha registrato un incremento del 3,4%.

Sono cresciuti entrambi i segmenti di attività, con la parte Consumer cresciuta del 16,2% e la parte Industrial cresciuta del 19,7%.

Di seguito una tavola riassuntiva delle singole componenti della variazione delle vendite nell’anno 2010, con evidenza dell’andamento dei singoli trimestri:

  1° trim. 2° trim. 3° trim. 4° trim. Totale
2010 2009 2010 2009 2010 2009 2010 2009 2010 2009
Volume 17,4% -18,1% 7,5% -13,3% 1,8% -3,3% 3,4% 15,6% 7,3% -5,8%
Prezzi/Mix 1,4% 6,9% 10,1% 5,6% 12,3% 4,7% 11,3% -1,7% 8,9% 4,2%
Variazione su base omogenea 18,8% -11,2% 17,6% -7,7% 14,1% 1,4% 14,7% 13,9% 16,2% -1,6%
Effetto cambio 1,0% -2,7% 5,3% -1,5% 4,2% -3,3% 2,6% 4,8% 3,3% -1,0%
Variazione totale  19,80% -13,90% 22,90% -9,20% 18,30% -1,90% 17,30% 18,70% 19,50% -2,60%

Le vendite sono risultate così distribuite per area geografica e prodotto:

Area geografica
  2010 2009
    euro/mln  Δ yoy
Italia 9% 409,0 11% 9%
Resto Europa 31% 1.503,5 13% 33%
Nafta 10% 477,4 32% 9%
Centro e Sud America 34% 1.632,1 26% 33%
Asia/Pacifico 6% 286,9 24% 6%
Middle East/Africa 10% 463,1 13% 10%
Totale 100% 4.772,0 20% 100%

Prodotto
  2010 2009
    euro/mln  Δ yoy
Pneumatici vettura 62% 2.938,6 17% 63%
Pneumatici motovelo 8% 361,7 15% 8%
Consumer 70% 3.300,3 17% 71%
         
Pneumatici per veicoli industriali 28% 1.364,2 26% 27%
Steelcord 2% 107,5 25% 2%
Industrial 30% 1.471,7 26% 29%

Incremento delle vendite in tutte le aree geografiche in valore assoluto; complessivamente è cresciuto il peso dell’area NAFTA, anche grazie al positivo andamento medio della valuta di riferimento (USD) verso l’euro rispetto allo stesso periodo 2009.

Per quanto concerne il risultato operativo dell’anno 2010 nella seguente tavola si riporta l’andamento per trimestre e cumulato rispetto ai corrispondenti periodi dell’anno precedente:

(in milioni di euro)                    
  1° trim. 2° trim. 3° trim. 4° trim. Progressivo
2010 2009 2010 2009 2010 2009 2010 2009 2010 2009
Vendite 1.110,0 926,9 1.215,3 989,0 1.233,8 1.042,7 1.212,9 1.034,3 4.772,0 3.992,9
Δ yoy 19,8% -13,9% 22,9% -9,2% 18,3% -1,9% 17,3% 18,7% 19,5% -2,6%
Margine operativo lordo ante oneri di ristrutturazione 146,4 107,8 177,5 133,0 173,0 142,0 187,4 155,2 684,3 538,0
% su vendite 13,2% 11,6% 14,6% 13,4% 14,0% 13,6% 15,5% 15,0% 14,3% 13,5%
Risultato operativo ante oneri di ristrut- turazione 98,1 61,0 127,1 85,5 121,5 94,3 129,6 104,7 476,3 345,5
% su vendite 8,8% 6,6% 10,5% 8,6% 9,8% 9,0% 10,7% 10,1% 10,0% 8,7%
Risultato operativo 95,5 57,5 121,8 79,3 117,0 85,9 118,8 85,8 453,1 308,5
% su vendite 8,6% 6,2% 10,0% 8,0% 9,5% 8,2% 9,8% 8,3% 9,5% 7,7%

Anche il risultato del quarto trimestre 2010, come tutti i trimestri precedenti, mostra una crescita rispetto allo stesso periodo dello scorso anno e specificatamente:

  • i l margine operativo lordo ante oneri di ristrutturazione complessivamente è risultato pari a euro 187,4 milioni pari al 15,5% sulle vendite, crescita del 21% rispetto allo stesso periodo del 2009 (euro 155,2 milioni con un rapporto sulle vendite del 15,0%); 
  • i l risultato operativo ante oneri di ristrutturazione ha raggiunto euro 129,6 milioni (10,7% sulle vendite), rispetto a euro 104,7 milioni del corrispondente periodo del 2009 (con un rapporto sulle vendite del 10,1%).

Anche nel quarto trimestre 2010 sono stati gli impatti derivanti dalla crescita dei volumi di vendita e dalla continua azione sulla componente prezzo/mix, unita alle azioni

4.772 milioni vendite nette

di efficienza sui costi, a contrastare efficacemente l’aumento dei costi dei fattori produttivi, specificatamente delle materie prime.

Progressivamente per l’intero 2010 il margine operativo lordo ante oneri di ristrutturazione è risultato pari a euro 684,3 milioni (14,3% sulle vendite), in crescita di euro 146,3 milioni (+27%) rispetto al corrispondente periodo del 2009, quando ammontava a euro 538,0 milioni (con un rapporto sulle vendite del 13,5%).

Il risultato operativo ante oneri di ristrutturazione dell’esercizio 2010 si è attestato a euro 476,3 milioni (10,0% sulle vendite), con un miglioramento di euro 130,8 milioni nei confronti del corrispondente periodo 2009, quando ammontava a euro 345,5 milioni, con un rapporto sulle vendite dell’8,7%. Da sottolineare la crescita della redditività percentuale, pur in presenza di un significativo incremento del costo delle materie prime (che ha pesato sul totale anno per euro 270 milioni con un impatto di euro 125 milioni nel quarto trimestre), grazie alle citate azioni su prezzo/mix di vendita e alle efficienze sui costi.
In sintesi la variazione del risultato operativo ante oneri di ristrutturazione dell’esercizio 2010 rispetto all’esercizio precedente nei vari periodi è così sintetizzabile:

(in milioni di euro)          
  1° trim. 2° trim. 3° trim. 4° trim. Progressivo
Risultato operativo 2009 ante oneri di ristrutturazione 61,0 85,5 94,3 104,7 345,5
Effetto cambio (5,2) 2,2 2,7 3,5 3,2
Prezzi/mix 6,1 86,6 107,3 131,9 331,9
Volumi 50,8 25,2 5,2 19,8 101,0
Costo fattori produttivi (materie prime) (6,7) (62,1) (76,4) (125,1) (270,3)
Costo fattori produttivi (lavoro/energia/altro) (7,4) (12,8) (14,7) (12,6) (47,5)
Efficienze 7,6 5,3 14,4 22,8 50,1
Ammortamenti ed altro (8,1) (2,8) (11,3) (15,4) (37,6)
Variazione 37,1 41,6 27,2 24,9 130,8
Risultato operativo 2010 ante oneri di ristrutturazione 98,1 127,1 121,5 129,6 476,3

Il risultato operativo dell’esercizio 2010 è risultato pari a euro 453,1 milioni, in miglioramento nei confronti del risultato del corrispondente periodo 2009, che ammontava a euro 308,5 milioni, con un ROS (rapporto tra risultato operativo e vendite) pari al 9,5%, dati che superano anche le ultime stime indicate per il 2010.

Anche nel 2010 sono continuate le azioni di ristrutturazione concentrate nell’area europea e mirate a migliorare la struttura complessiva dei costi del Gruppo, per un valore di euro 23,2 milioni.

Il risultato netto dell’esercizio 2010 è pari a euro 252,6 milioni (dopo oneri finanziari complessivi per euro 66,1 tecnomilioni ed oneri fiscali pari a euro 134,4 milioni con un tax rate del 34,7%) e si confronta con un anno precedente di euro 146,6 milioni (dopo oneri finanziari complessivi pari a euro 71,9 milioni e ad oneri fiscali pari a euro 90,0 milioni con un tax rate del 38,0%).

062.jpg

La posizione finanziaria netta è passiva per euro 1.109,9 milioni, dopo aver pagato dividendi alla Capogruppo per euro 226,6 milioni, rispetto ad una situazione al 31 dicembre 2009 di euro 1.027,3 milioni; il dato è in riduzione di euro 95,1 milioni rispetto a settembre 2010. La variazione può essere così sintetizzata:

(in milioni di euro)            
  1° trim. 2010 2° trim. 2010 3° trim. 2010 4° trim. 2010 2010 2009
Risultato operativo (EBIT)
ante oneri di ristrutturazione
98,1 127,1 121,5 129,6 476,3 345,5
Ammortamenti 48,3 50,4 51,5 57,8 208,0 192,5
Investimenti materiali/immateriali (47,6) (84,5) (88,1) (184,8) (405,0) (217,4)
Variazione capitale di funzionamento/altro (132,2) 37,0 (9,9) 194,3 89,2 240,9
Flusso gestione operativa (33,4) 130,0 75,0 196,9 368,5 561,5
Oneri finanziari/fiscali (45,6) (61,7) (50,8) (42,7) (200,8) (166,1)
net cash flow operativo (79,0) 68,3 24,2 154,2 167,7 395,4
Dividendi erogati a terzi - (3,8) - - (3,8) (2,3)
Acquisto minorities Turchia e cessione assets - - - - - 11,0
Cash out ristrutturazioni (22,2) (8,3) (7,0) (2,0) (39,5) (62,4)
Differenze cambio/altro 6,0 9,4 (9,3) 13,5 19,6 (38,0)
net cash flow ante dividendi a Capogruppo (95,2) 65,6 7,9 165,7 144,0 303,7
Dividendi erogati a Capogruppo   (156,0) - (70,6) (226,6) (64,2)
net cash flow (95,2) (90,4) 7,9 95,1 (82,6) 239,5

Il net cash flow operativo dell’anno è stato positivo per euro 167,7 milioni (positivo per euro 154,2 milioni nell’ultimo trimestre), pur in presenza di un significativo incremento degli investimenti, quasi doppi rispetto agli ammortamenti, grazie al buon andamento dei risultati e ad una continua attenzione ad una efficiente gestione del capitale circolante.

Quest’ultimo ha evidenziato nell’ultimo trimestre un positivo apporto di cassa per euro 194,3 milioni anche in relazione allo stagionale andamento degli incassi delle vendite di prodotto Winter in Europa e ha registrato complessivamente un contributo positivo al cash flow pur in presenza di un incremento dell’attività. Il net cash flow complessivo dell’esercizio, prima dei dividendi erogati alla Capogruppo, è stato positivo per euro 144,0 milioni.

Gli investimenti in immobilizzazioni materiali sono stati pari a euro 402 milioni in significativa crescita rispetto al dato del 2009, che era stato pari a euro 217 milioni e sono stati per il 70% concentrati nei progetti di crescita attuati in Italia (dove si è ultimata la costruzione del nuovo polo produttivo a Settimo Torinese destinato a divenire il sito produttivo del Gruppo più all’avanguardia nel mondo), Sud America, Romania e Cina. È iniziata inoltre la costruzione dei nuovi stabilimenti in Messico per la produzione di pneumatici Vettura e in Cina per la produzione di pneumatici Moto radiale. Gli altri investimenti sono stati orientati, nei rimanenti siti produttivi, ad incrementare il mix di produzione, al lancio di nuovi prodotti green performance e all’ambito della salute e sicurezza dei lavoratori e della gestione ambientale delle fabbriche.

In relazione ai diversi segmenti di attività, gli investimenti sono stati per il 77% indirizzati alle attività legate al segmento Consumer e orientati ai programmi di incremento della capacità produttiva in Romania, Cina e Brasile, alla crescita nel segmento alto di gamma in Europa, oltre che al completamento del nuovo polo tecnologico di Settimo Torinese con la realizzazione della nuova linea del processo innovativo Next MIRS per la produzione di pneumatici alto di gamma; il restante 23% è stato indirizzato a supporto delle attività del segmento Industrial, concentrati nel consolidamento della crescita produttiva in Sud America, Egitto e Turchia, mentre è proseguita l’installazione dei macchinari legati alla fabbricazione di prodotti con tecnologia SATT (Spiral Advanced Technology for Truck) derivata dalla tecnologia MIRS.
La capacità produttiva installata a fine 2010 è pari a circa 56,0 milioni di pezzi nel segmento Consumer e a circa 5,8 milioni di pezzi nel segmento Industrial.

Al 31 dicembre 2010 i dipendenti sono pari a 28.865 unità comprensive di 2.301 lavoratori temporanei e 119 lavoratori interinali. Rispetto al 31 dicembre 2009, si evidenzia una crescita complessiva di 1.384 unità, di cui 1.300 operai, riconducibili essenzialmente all’incremento di attività in Sud America, Romania e Cina.

Al 31 dicembre 2010, l’organico (escluso lavoratori con contratto a termine) è così ripartito:

(in milioni di euro)    
  2010 2009
Dirigenti 1,0% 0,9%
Impiegati 18,8% 19,3%
Operai 80,2% 79,8%
  100,0% 100,0%