Nota 27 - Strumenti finanziari derivati

La voce comprende la valutazione a fair value degli strumenti derivati in essere al 31 dicembre 2010. Il dettaglio è il seguente:

(in migliaia di euro)                
  31/12/10 31/12/09
  Attività Passività Attività Passività
  Non correnti Correnti Non correnti Correnti Non correnti Correnti Non correnti Correnti
Non in hedge accounting
Derivati su cambi - posizioni commerciali
32.539   (37.086)   22.745   (22.810)
Derivati su cambi - inclusi in posizione finanziaria netta   915   (4.810)   3.822   (29.598)
In hedge accounting
Derivati su cambi - posizioni commerciali   1.705            
Derivati su tassi di interesse       (28.018)       (23.745)
    35.159   (69.914)   26.567   (76.153)

Il valore dei derivati su cambi non in hedge accounting corrisponde alla valutazione a fair value di acquisti/vendite di valuta a termine in essere alla data di chiusura del periodo. Si tratta di operazioni di copertura di transazioni commerciali e finanziarie del Gruppo per le quali non è stata adottata l’opzione dell’hedge accounting. Il fair value è determinato usando il tasso di cambio a termine alla data di bilancio.

Il valore dei derivati su cambi in hedge accounting corrisponde alla valutazione a fair value di acquisti di valuta a termine, relativi al Settore Tyre. Con l’istituzione della suddetta copertura, attivata nel quarto trimestre 2010, il Settore Tyre ha come obiettivo quello di limitare l’esposizione agli effetti economici derivanti da una variazione nel tasso di cambio sugli acquisti futuri previsti nel primo trimestre 2011 espressi in USD, relativi principalmente alla gomma naturale. L’importo, che è stato rilevato nel Patrimonio netto nell’esercizio 2010, è positivo per euro 1.705 migliaia.

Il valore dei derivati su tassi di interesse in hedge accounting corrisponde alla valutazione degli interest rate swap “plain vanilla” stipulati come protezione contro il rialzo dei tassi di interesse su un nozionale di euro 1.050 milioni, di cui euro 375 milioni con scadenza febbraio 2012 e euro 675 milioni relativo ad operazioni forward start con avvio febbraio 2012 e scadenza febbraio 2015. L’importo che è stato rilevato nel Patrimonio netto nell’esercizio è negativo per euro 5.212 migliaia (negativo per euro 17.814 migliaia nell’esercizio 2009), così composto:

  • euro 10.598 migliaia per perdite rilevate a Patrimonio netto nel periodo;
  • euro 5.386 migliaia per la riclassifica immediata a conto economico (per effetto dell’interruzione dell’hedge accounting) di perdite precedentemente cumulate nel Patrimonio netto relative a strumenti derivati chiusi nel mese di giugno 2010 per un valore nozionale di euro 300 milioni e aventi scadenza originaria febbraio 2012 (si veda in proposito anche nota 36 “Oneri finanziari”).