Nota 22 - Fondi rischi e oneri

Sono di seguito riportate le movimentazioni intervenute nell’esercizio:

(in migliaia di euro)  
Valore iniziale al 31/12/2009 167.793
Attività operative cessate (26.949)
Differenze da conversione 12.461
Incrementi 12.255
Utilizzi/rilasci (8.484)
Riclassifica 9.000
Altro (344)
Valore finale al 31/12/2010  165.732

(in migliaia di euro)  
Valore iniziale al 31/12/2009 130.783
Attività operative cessate (35.533)
Differenze da conversione 2.714
Incrementi 35.514
Utilizzi/rilasci (6.315)
Riclassifica (9.000)
Altro (2.179)
Valore finale al 31/12/2010 115.984

Al 31 dicembre 2010 i fondi rischi e oneri - parte non corrente si riferiscono principalmente a accantonamenti a fronte di contenziosi di natura legale e fiscale in capo alla controllata Pirelli Pneus Ltda in Brasile (euro 115.302 migliaia), a rischi di natura fiscale (euro 26.610 migliaia) e altri rischi/oneri di natura commerciale e vertenze lavoro (euro 14.232 migliaia) in capo alla Capogruppo Pirelli & C. S.p.A..

Gli incrementi della parte non corrente riguardano principalmente gli adeguamenti legati al fabbisogno a fronte di rischi commerciali, indennizzi e vertenze (euro 3.357 migliaia in capo alla Capogruppo Pirelli & C. S.p.A. e euro 7.514 migliaia del settore Tyre).

I fondi rischi e oneri - parte corrente includono principalmente accantonamenti per vertenze, rischi industriali e garanzie sui prodotti del settore Tyre (euro 102.822 migliaia).

Gli incrementi della parte corrente hanno riguardato principalmente le unità con sede in Italia per contenziosi su malattie professionali e bonifiche sulle aree dismesse legate alla costruzione del nuovo polo produttivo di Settimo Torinese, in USA per garanzie sui prodotti e per adeguamento di un accantonamento effettuato a copertura di una litigation rinveniente dalle cedute attività nel ex settore Cavi.

Gli utilizzi della parte corrente sono principalmente riconducibili a chiusure di pendenze in capo alle unità con sede in Italia per malattie professionali e garanzie sul prodotto e in Spagna per utilizzo fondo connesso alla chiusura della fabbrica.

È stata effettuata una riclassifica, da fondo rischi e oneri/ parte corrente a fondo rischi e oneri/parte non corrente a seguito della variazione dell’orizzonte temporale entro cui la passività associata alle garanzie, prestate in occasione della cessione delle attività Pirelli degli ex settori Cavi e Sistemi per l’Energia e le Telecomunicazioni a Goldman Sachs Capital Partner avvenuta nel luglio 2005, potrebbero manifestarsi.